Previsioni meteo 10 Dicembre 2012

Lunedì, 10 Dicembre 2012

Stato del cielo: generalmente nuvoloso con ampie schiarite dal tardo pomeriggio a iniziare dalle zone settentrionali in rapida estensione a quelle meridionali. Deboli precipitazioni in mattinata sul medio e basso Valdarno e sulle zone di nord-ovest con possibilità di deboli nevicate da inversione termica sulle zone di pianura. Precipitazioni più intense nel pomeriggio, più probabili sulle zone centro-meridionali. Deciso miglioramento ovunque in serata.

Venti: deboli meridionali in rotazione ai quadranti settentrionali dal pomeriggio. Moderati sul litorale, in mattinata di Libeccio da nord dal pomeriggio.

Temperature: pressoché stazionarie.

Mari: moto ondoso in aumento fino a mari molto mossi.

Annunci

Bollettino meteo Regione Toscana 7 Dicembre 2012

Venerdì, 07 Dicembre 2012


Stato del cielo: in mattinata nuvolosità in aumento con con deboli precipitazioni sul litorale centro-settentrionale, sulle zone di nord-ovest e occasionalmente sulle zone interne settentrionali. Quota neve su Appenino ed Apuane intorno ai 600-700 metri ma non si esclude la possibilità di qualche fiocco di neve sulle zone di fondovalle a causa dell’inversione termica notturna. Dal tardo pomeriggio precipitazioni in intensificazione con possibilità di rovesci e temporali. Quota neve in Appenino intorno ai 600-700 metri, in abbassamento in serata fino ai fondovalle di Lunigiana e Alto Mugello.

Venti: deboli da sud est in rotazione e rinforzo di Libeccio fino a forti sull’Arcipelago.

Temperature: pressoché stazionarie o in lieve calo le massime.

Mari: moto ondoso in aumento fino a mari molto mossi o, a nord dell’Elba, agitati.

Previsioni meteo sabato 8 Dicembre 2012

Sabato, 08 Dicembre 2012

Stato del cielo: sulla dorsale appenninica, in particolare sui versanti emiliano-romagnoli e sui crinali, molto nuvoloso con neve fino a bassa quota. Nevicate con scarsi accumuli saranno inoltre possibili dal pomeriggio su Mugello e Casentino. Altrove generalmente poco nuvoloso con addensamenti più consistenti dal pomeriggio con possibilità di brevi deboli nevicate fino a quote di bassa collina sulle zone collinari centro-meridionali, in particolare delle province di Siena e Arezzo.

Venti: moderati dai quadranti settentrionali, fino a forti o di burrasca dal pomeriggio in particolare sull’Arcipelago e sui crinali.

Temperature: in diminuzione più sensibile sui rilievi. La sensazione di freddo sarà acuita dal forte vento.

Mari: mossi, localmente molto mossi al largo dal pomeriggio.

Aiuto a Carrara

Lo scorso fine settimana la nostra Sezione ha partecipato alle operazioni di soccorso alla popolazione di Carrara, coinvolta in una nuova emergenza.

I nostri volontari, a cui facciamo un ringraziamento per l’opera svolta, hanno dimostrato ancora una volta la passione e la dedizione nel portare aiuto a chi è in difficoltà.

Grazie a Licia e a Fabrizio.

Avviso di criticità regionale 27 Novembre 2012

Avviso di Criticità Regionale

 

Emesso Martedì, 27 Novembre 2012, ore 13.58

Valido dalle ore 22.00 di Martedì, 27 Novembre 2012 alle ore 18.00 di Mercoledì, 28 Novembre 2012

ZONE DI ALLERTA INTERESSATE


A1-Magra

A2-Versilia

A3-Serchio

A4-BassoSerchio



B3-OmbroneBisen.

B4-ValdInf


C1-Foce Arno

C2-Cecina

C3-Cornia

C4-Isole









F2-Bruna

F3-Albegna

F4-Fiora

Legenda criticità
moderata     elevata

PROVINCE INTERESSATE: FIRENZE, GROSSETO, LIVORNO, LUCCA, MASSA-CARRARA, PISA, PISTOIA, PRATO, SIENA

FENOMENI METEOROLOGICI PREVISTI


TEMPORALI FORTI e PIOGGIA dalle ore 22.00 di Martedì, 27 Novembre 2012 alle ore 18.00 di Mercoledì, 28 Novembre 2012: Forti temporali dalla sera di Martedì e per gran parte della giornata di Mercoledì, accompagnati anche da pioggia abbondante sui rilievi.
Si stimano i seguenti cumulati:
Sull’area A cumulati intorno agli 80-100 mm sui rilievi con massimi fino a 150mm; 40-60 mm sulle zone di pianura, fino a 80-100 in occasione dei temporali più intensi.
Sull’area B cumulati fino a 80-100 mm sui rilievi (localmente fino a 120-150 sui rilievi più occidentali in provincia di Pistoia); fra 20 e 40 mm sulle zone di pianura.
Sulle aree C e F cumulati localmente fra 80 e 120 mm anche in breve tempo in occasione dei temporali più intensi; fra 40 e 60 mm altrove.
VENTO FORTE e MARE AGITATO dalle ore 22.00 di Martedì, 27 Novembre 2012 alle ore 18.00 di Mercoledì, 28 Novembre 2012: Vento di Burrasca da sud-est (in rotazione a sud-ovest da Mercoledì pomeriggio) sulle aree C e F, in particolare sull’Arcipelago e sul litorale maremmano.
Mare agitato a sud dell’Elba (C3, C4, F2, F3), tendente a Molto Agitato dalla sera di Mercoledì. Da segnalare che il livello del mare, a causa della presenza di una profonda depressione (minimo di 988 hPa), tenderà ad aumentare sensibilmente rendendo più efficace la penetrazione del moto ondoso sul litorale.

DESCRIZIONE DELLE CRITICITÀ PREVISTE:


Sulla base delle previsioni meteorologiche odierne e delle valutazioni dei possibili effetti al suolo effettuate, si prefigurano i seguenti scenari di criticità:

 ZONE DI ALLERTA RISCHIO TEMPI CRITICITÀ
A1 – A2 – A3 – A4 – B3 – B4 – C1 – C2 – C3 – C4 – F2 – F4 idrogeologico-idraulico dalle ore 22.00 di
Martedì, 27 Novembre 2012
alle ore 18.00 di
Mercoledì, 28 Novembre 2012
moderata
F3 idrogeologico-idraulico dalle ore 22.00 di
Martedì, 27 Novembre 2012
alle ore 18.00 di
Mercoledì, 28 Novembre 2012
elevata
C3 – C4 – F2 – F3 mareggiate dalle ore 22.00 di
Martedì, 27 Novembre 2012
alle ore 18.00 di
Mercoledì, 28 Novembre 2012
moderata
C3 – C4 – F2 – F3 vento dalle ore 22.00 di
Martedì, 27 Novembre 2012
alle ore 18.00 di
Mercoledì, 28 Novembre 2012
moderata

DESCRIZIONE DEGLI SCENARI DI EVENTO PREVISTI


IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Moderata: In considerazione delle piogge previste nelle aree indicate in tabella, tenuto conto dell’elevato grado di saturazione del suolo a seguito delle piogge pregresse, saranno possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo. Possibilità di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica con particolare riferimento alla zona A2.

IDROGEOLOGICO-IDRAULICO

Criticità Elevata: In considerazione delle residue criticità presenti sul territorio (con particolare riferimento al reticolo minore) stante l’elevato grado di saturazione del territorio e l’incapacità di drenaggio da parte del reticolo idraulico, saranno possibili allagamenti diffusi nelle aree depresse dovuti a ristagno delle acque, a tracimazioni dei canali del reticolo idrografico minore e all’incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria dei centri urbani. Possibile scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane. Possibilità di innalzamento dei livelli idrici nei corsi d’acqua con conseguenti possibili inondazioni localizzate nelle aree contigue all’alveo e, con particolare riferimento al reticolo secondario, possibili esondazioni localizzate con riferimento alle criticità residue presenti. Possibile innesco di frane e smottamenti dei versanti in maniera diffusa ed estesa in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

MAREGGIATE

Criticità Moderata: Problemi ai tratti stradali a ridosso della battigia. Problemi agli stabilimenti balneari. Ritardi nei collegamenti marittimi. Problemi alle attività marittime. Pericolo per la navigazione di diporto. Pericolo per i bagnanti.

VENTO

Criticità Moderata: Blackout elettrici e telefonici, caduta di alberi, cornicioni e tegole, danneggiamenti alle strutture provvisorie. Problemi alla circolazione stradale, ai collegamenti marittimi e alle attività marittime.

 

La Struttura seguirà l’evolversi della situazione tramite l’emissione di Bollettini di Monitoraggio Evento sul sito www.cfr.toscana.it
Prima emissione Monitoraggio Evento entro le ore 22.00 di Martedì, 27 Novembre 2012

Centro Funzionale Regionale

Emergenza maltempo

La Toscana ha subìto un duro colpo durante questa ultima ondata di maltempo. Dalla costa versiliana fino alla Maremma, la nostra regione ha dovuto far fronte ad un quantitativo di pioggia incredibilmente enorme, con punte di 400 mm in pochissime ore.

Vale a dire, in un giorno è piovuta la stessa quantità di acqua che normalmente si registra in 6 mesi!!

La nostra Sezione è in continuo contatto con il coordinamento provinciale di Pistoia, il Consiglio Direttivo Regionale nonché con tutte le strutture facenti parte del Sistema Protezione Civile Nazionale per intervenire con i nostri mezzi e volontari.

Seminario VAB 2012

Anche quest’anno la VAB organizza un seminario a Castagno d’Andrea, con l’ausilio del Cesvot e con il supporto di Legambiente,  destinato ai volontari delle associazioni operanti nei settori della tutela ambientale e di protezione civile, operanti sul territorio regionale toscano.

Il seminario é volto alla promozione di un’approfondita riflessione sullo stato delle sinergie operative già realizzate e da realizzare, anche per quanto attiene ai rapporti con le Istituzioni di riferimento, attraverso la creazione di gruppi di lavoro misti e interattivi impegnati su tematiche specifiche di rilievo.

11/05/2012 17.30 Arrivo e sistemazione partecipanti. Fase preliminare di preparazione dei lavori.

12/05/2012 09.30 Creazione dei gruppi di lavoro; inizio delle attività, che proseguiranno per tutto il giorno.

13/05/2012 09.30 Lettura ed esame condiviso del testo riassuntivo dei lavori. Conclusioni.

13/05/2012 15.00 Al termine del pranzo, riordino dei locali e partenza.

La sede del convegno è, come in passato, presso la struttura ricettiva dell’associazione “Amici del Castagno”.