Evento temporalesco 28/10/2015

Fonte: Centro Funzionale della Regione Toscana
http://www.cfr.toscana.it/bollettini/monitoraggio.php

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 8 DEL 28/10/2015
Emesso il 28/10/2015 18.15

Analisi dei dati


Il sistema temporalesco che ha interessato per molte ore la provincia di Livorno si è attenuato ed ha spostato il proprio raggio d’azione sulle province di Pistoia, Prato e Firenze. Si registrano precipitazioni fino a 25 mm/1h e 45 mm/1h sul medio-alto livornese (area E2). Il fronte freddo della perturbazione sta attualmente interessando la Sardegna, Corsica, Liguria e sta incominciando ad interessare la provincia di Massa-Carrara, dove sono in atto rovesci temporaleschi con massimi di 20 mm/1h (area L).

Il Torrente Sterza ha superato il primo livello di criticità nella sezione di Case Grisella (3.51 m szi alle ore 17:45). Si segnala inoltre che nel corso dell’ultima ora è stato raggiunto il primo livello di criticità nella sezione di Ponte per Montioni sul Fiume Cornia; attualmente il livello è in diminuzione ed è 2.85 m szi alle ore 17:45. Sugli altri corsi monitorati afferenti le zone oggetto del presente avviso, negli ultimi 30 minuti, i livelli idrometrici appaiono pressochè stazionari o in contenuto aumento (al di sotto del primo livello di criticità).
Si segnala che la stazione pluviometrica di Sant’Agata di Mugello è stata disattivata in quanto non fornisce valori di pioggia attendibili (sarà ripristinata il prima possibile).

Previsione Meteo


Per le prossime 3 ore sono attesi rovesci sparsi e locali temporali sulle zone più settentrionali della regione e sull’Arcipelago a nord dell’Elba (Elba compresa) con cumulati fino a 30-50 mm/3h ed intensità orarie fino a 20-30/1h.

Fino alle prime ore di domani, Giovedì 29 ottobre, è atteso il transito del fronte freddo sulla Toscana, con precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio e temporale, anche di forte intensità, inizialmente sulle zone di nord-ovest, Arcipelago, costa centro-settentrionale e successivamente anche sul resto della regione.

Cumulati previsti fino alla fine del presente avviso:
Zone di nord-ovest: medi 30-40 mm; massimi fino a 70-90 mm o localmente superiori, in particolare sui rilievi.
Sulla costa centrale e sull’entroterra livornese e pisano: medi attorno a 20-30 mm; massimi fino a 50-70 mm.
Sulle zone interne e sul grossetano: medi 10-20 mm; massimi fino a 50 mm.
Intensità orarie massime in occasione dei fenomeni più intensi 30-40 mm.

Situazione pluviometrica a Larciano

Castelmartini – Larciano (PT)

Codice TOS01001629 • 735907 • 1629
UTM [m]
E 646794 N 4853563
GB [m]
E 1646741 N 4853383
WGS84 [°]
LAT 43.82 LON 10.83
Bacino ARNO
Elevazione slm [m] 20.00
Cumulata [mm/24h] 23.6 -> 15/11/2014 23:30

Fonte: Centro Funzionale Regionale CFR Regione Toscana

Bollettino meteo Regione Toscana 7 Dicembre 2012

Venerdì, 07 Dicembre 2012


Stato del cielo: in mattinata nuvolosità in aumento con con deboli precipitazioni sul litorale centro-settentrionale, sulle zone di nord-ovest e occasionalmente sulle zone interne settentrionali. Quota neve su Appenino ed Apuane intorno ai 600-700 metri ma non si esclude la possibilità di qualche fiocco di neve sulle zone di fondovalle a causa dell’inversione termica notturna. Dal tardo pomeriggio precipitazioni in intensificazione con possibilità di rovesci e temporali. Quota neve in Appenino intorno ai 600-700 metri, in abbassamento in serata fino ai fondovalle di Lunigiana e Alto Mugello.

Venti: deboli da sud est in rotazione e rinforzo di Libeccio fino a forti sull’Arcipelago.

Temperature: pressoché stazionarie o in lieve calo le massime.

Mari: moto ondoso in aumento fino a mari molto mossi o, a nord dell’Elba, agitati.

Bollettino meteo LAMMA 7-8-9 Febbraio 2012

Previsioni Meteo
CONSORZIO LaMMa
Emissione di Martedì, 07 Febbraio 2012, ore 09.39
Situazione sinottica generale

Una vasta area depressionaria con minimo al suolo (994 hPa) tra lo Ionio Settentrionale e Meridionale interessa il Mediterraneo centro-orientale, mentre un’area di alta pressione con asse disposto in senso quasi parallelo (OSO-ENE) si estende dalle Azzorre fino all’Europa continentale. Con tale configurazione le correnti dominanti sull’Europa centrale e la nostra penisola risultano orientali per cui in queste zone continua ad affluire aria fredda di origine continentale che scorre sul bordo meridionale di questo blocco anticiclonico. Nella giornata di domani il minimo al suolo tenderà a spostarsi verso il Mar Egeo e si colmerà velocemente. Ciò determinerà l’interruzione del flusso di umidità negli strati medio-bassi della troposfera causando un rapido aumento della pressione sulle zone centro-settentrionali della penisola.
Martedì, 07 Febbraio 2012

Stato del cielo: molto nuvoloso con nevicate anche consistenti a ridosso dei crinali appenninici e su tutte le zone esposte ad est nord-est dell’Appennino pistoiese, fiorentino ed aretino (in particolare comune di Sambuca Pistoiese, Alto Mugello, Val Marecchia, Val di Foglia, alta Val Tiberina). Deboli nevicate saranno possibili anche a ridosso dell’Amiata, sul Mugello ed il fondovalle del Casentino. Sulle zone interne possibilità di nevischio o deboli nevicate intermittenti ma senza accumuli di rilievo.

Venti: tra moderati e forti da nord-est, rafficati sui crinali e sulle pianure interne sottovento al flusso.

Temperature: pressochè stazionarie le massime o in lieve calo sulle province di Massa-Carrara, Lucca e Pisa. Valori massimi intorno a 0 °C sulle zone interne di pianura.

Mari: poco mossi sottocosta, molto mossi al largo.

Mercoledì, 08 Febbraio 2012

Stato del cielo: inizialmente nuvoloso ma con tendenza ad attenuazione della nuvolosità. Residue nevicate in particolare nella prima parte della giornata sulle zone esposte ad est nord-est dell’Appennino pistoiese, fiorentino ed aretino.

Venti: tra moderati e forti da nord-est, rafficati sui crinali e le pianure interne sottovento ai rilievi.

Temperature: pressoché stazionarie nei valori minimi; in aumento, più sensibile in pianura, le massime. Aumento anche in montagna, anche se con valori sempre sotto media.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi o molto mossi al largo.

Giovedì, 09 Febbraio 2012

Stato del cielo: inizialmente sereno o poco nuvoloso con tendenza ad aumento della nuvolosità medio-alta dal pomeriggio a partire dalle zone settentrionali. In tarda serata e nella notte successiva rapido peggioramento e possibilità di rovesci di neve fino a quote di pianura, inizialmente più probabili sulle province di Pistoia, Prato, Firenze ed Arezzo.

Venti: deboli orientali nel corso della giornata. In tarda serata improvviso aumento dell’intensità del vento da nord-est con forti raffiche.

Temperature: in calo le minime con valori sottozero nei fondovalle, in aumento le massime fino a 6-8 gradi in pianura.

Mari: mossi al largo, poco mossi sotto costa.

Tendenza:

Venerdì e Sabato perturbato con probabili nevicate fino in pianura.