Evento temporalesco 28/10/2015

Fonte: Centro Funzionale della Regione Toscana
http://www.cfr.toscana.it/bollettini/monitoraggio.php

BOLLETTINO DI AGGIORNAMENTO EVENTO N. 8 DEL 28/10/2015
Emesso il 28/10/2015 18.15

Analisi dei dati


Il sistema temporalesco che ha interessato per molte ore la provincia di Livorno si è attenuato ed ha spostato il proprio raggio d’azione sulle province di Pistoia, Prato e Firenze. Si registrano precipitazioni fino a 25 mm/1h e 45 mm/1h sul medio-alto livornese (area E2). Il fronte freddo della perturbazione sta attualmente interessando la Sardegna, Corsica, Liguria e sta incominciando ad interessare la provincia di Massa-Carrara, dove sono in atto rovesci temporaleschi con massimi di 20 mm/1h (area L).

Il Torrente Sterza ha superato il primo livello di criticità nella sezione di Case Grisella (3.51 m szi alle ore 17:45). Si segnala inoltre che nel corso dell’ultima ora è stato raggiunto il primo livello di criticità nella sezione di Ponte per Montioni sul Fiume Cornia; attualmente il livello è in diminuzione ed è 2.85 m szi alle ore 17:45. Sugli altri corsi monitorati afferenti le zone oggetto del presente avviso, negli ultimi 30 minuti, i livelli idrometrici appaiono pressochè stazionari o in contenuto aumento (al di sotto del primo livello di criticità).
Si segnala che la stazione pluviometrica di Sant’Agata di Mugello è stata disattivata in quanto non fornisce valori di pioggia attendibili (sarà ripristinata il prima possibile).

Previsione Meteo


Per le prossime 3 ore sono attesi rovesci sparsi e locali temporali sulle zone più settentrionali della regione e sull’Arcipelago a nord dell’Elba (Elba compresa) con cumulati fino a 30-50 mm/3h ed intensità orarie fino a 20-30/1h.

Fino alle prime ore di domani, Giovedì 29 ottobre, è atteso il transito del fronte freddo sulla Toscana, con precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio e temporale, anche di forte intensità, inizialmente sulle zone di nord-ovest, Arcipelago, costa centro-settentrionale e successivamente anche sul resto della regione.

Cumulati previsti fino alla fine del presente avviso:
Zone di nord-ovest: medi 30-40 mm; massimi fino a 70-90 mm o localmente superiori, in particolare sui rilievi.
Sulla costa centrale e sull’entroterra livornese e pisano: medi attorno a 20-30 mm; massimi fino a 50-70 mm.
Sulle zone interne e sul grossetano: medi 10-20 mm; massimi fino a 50 mm.
Intensità orarie massime in occasione dei fenomeni più intensi 30-40 mm.

Annunci

Situazione pluviometrica a Larciano

Castelmartini – Larciano (PT)

Codice TOS01001629 • 735907 • 1629
UTM [m]
E 646794 N 4853563
GB [m]
E 1646741 N 4853383
WGS84 [°]
LAT 43.82 LON 10.83
Bacino ARNO
Elevazione slm [m] 20.00
Cumulata [mm/24h] 23.6 -> 15/11/2014 23:30

Fonte: Centro Funzionale Regionale CFR Regione Toscana

Previsioni meteo 10 Dicembre 2012

Lunedì, 10 Dicembre 2012

Stato del cielo: generalmente nuvoloso con ampie schiarite dal tardo pomeriggio a iniziare dalle zone settentrionali in rapida estensione a quelle meridionali. Deboli precipitazioni in mattinata sul medio e basso Valdarno e sulle zone di nord-ovest con possibilità di deboli nevicate da inversione termica sulle zone di pianura. Precipitazioni più intense nel pomeriggio, più probabili sulle zone centro-meridionali. Deciso miglioramento ovunque in serata.

Venti: deboli meridionali in rotazione ai quadranti settentrionali dal pomeriggio. Moderati sul litorale, in mattinata di Libeccio da nord dal pomeriggio.

Temperature: pressoché stazionarie.

Mari: moto ondoso in aumento fino a mari molto mossi.

Previsioni meteo sabato 8 Dicembre 2012

Sabato, 08 Dicembre 2012

Stato del cielo: sulla dorsale appenninica, in particolare sui versanti emiliano-romagnoli e sui crinali, molto nuvoloso con neve fino a bassa quota. Nevicate con scarsi accumuli saranno inoltre possibili dal pomeriggio su Mugello e Casentino. Altrove generalmente poco nuvoloso con addensamenti più consistenti dal pomeriggio con possibilità di brevi deboli nevicate fino a quote di bassa collina sulle zone collinari centro-meridionali, in particolare delle province di Siena e Arezzo.

Venti: moderati dai quadranti settentrionali, fino a forti o di burrasca dal pomeriggio in particolare sull’Arcipelago e sui crinali.

Temperature: in diminuzione più sensibile sui rilievi. La sensazione di freddo sarà acuita dal forte vento.

Mari: mossi, localmente molto mossi al largo dal pomeriggio.

Previsioni meteo 12-13-14 Novembre 2010

Emissione di Venerdì, 12 Novembre 2010, ore 09.35

Situazione sinottica generale

Pressione in momentaneo aumento sul Mediterraneo centro-occidentale con il flusso perturbato atlantico che viaggia a nord dell’arco alpino. La formazione di un minimo relativo di origine orografica sul Mar Ligure determina comunque infiltrazioni di aria umida sulle regioni centrali dei versanti tirrenici. Dai primi giorni della prossima settimana è previsto l’approfondimento di una nuova saccatura di bassa pressione sul Mediterraneo centro-occidentali con perturbazioni atlantiche che torneranno nuovamente ad interessare la nostra penisola.
Venerdì, 12 Novembre 2010

Stato del cielo: molto nuvoloso o coperto sulle province centro-settentrionali (fatta eccezione per i versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino) con deboli ed intermittenti precipitazioni; in prevalenza parzialmente nuvoloso o nuvoloso altrove.

Venti: venti deboli o moderati dai quadranti meridionali con rinforzi di Libeccio (fino a forti) sull’Arcipelago a nord dell’Elba e sui versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino.

Temperature: in lieve diminuzione sulle zone settentrionali.

Mari: molto mossi o localmente agitati in mattinata a nord dell’Elba, mossi a sud.

Sabato, 13 Novembre 2010

Stato del cielo: parzialmente nuvoloso con addensamenti più consistenti, soprattutto in mattinata, sulle province settentrionali dove saranno possibili deboli piogge.

Venti: deboli dai quadranti meridionali con rinforzi di Libeccio, fino a venti localmente forti, sull’Arcipelago settentrionale e sui versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino.

Temperature: in lieve o contenuto aumento.

Mari: mossi o temporaneamente molto mosso a nord dell’Elba, poco mossi nei bacini meridionali.

Domenica, 14 Novembre 2010

Stato del cielo: poco nuvoloso con addensamenti di tipo basso sulle province settentrionali. Banchi di nebbia mattutini nei fondovalle interni. Tendenza ad aumento della nuvolosità nella seconda parte della giornata con le prime piogge in serata a partire dalla costa.

Venti: deboli meridionali nell’interno, moderati di Scirocco su litorale e Arcipelago.

Temperature: quasi stazionarie.

Mari: poco mossi con moto ondoso in aumento al largo.

Tendenza:

Tempo perturbato per transito di corpi nuvolosi in rapida successione associati a precipitazioni diffuse. Neve oltre i 1200-1400 metri. Temperature in calo.

Previsioni meteo 14-15-16 Ottobre 2010

Emissione di Giovedì, 14 Ottobre 2010, ore 09.28

Situazione sinottica generale

Il tempo sulla penisola è influenzato da una vasta area depressionaria presente sul Mediterraneo orientale che convoglia nuvolosità su gran parte del centro-sud. Nella giornata di domani, Venerdì, la perturbazione tenderà ad allontanarsi ma una un nuovo impulso perturbato dal nord Europa si avvicinerà alle Alpi, per interessarci tra Sabato e Domenica.
Giovedì, 14 Ottobre 2010

Stato del cielo: nuvoloso in mattinata sulle zone interne ma con tendenza alle schiarite nel pomeriggio, poco nuvoloso lungo la costa centro-settentrionale.

Venti: moderati nord orientali, in rotazione a nord-ovest sulla costa e sulle isole nel corso della giornata.

Temperature: pressoché stazionarie.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi al largo.

Venerdì, 15 Ottobre 2010

Stato del cielo: nuvoloso sulle province centro-meridionali per gran parte della giornata, più variabile lungo la costa centro-settentrionale.

Venti: deboli dai quadranti orientali sulle zone interne, di maestrale lungo la costa.

Temperature: in lieve calo le minime, stazionarie le massime.

Mari: poco mossi.

Sabato, 16 Ottobre 2010

Stato del cielo: nuvoloso sulle province settentrionali con possibilità di piogge sparse, in particolare dal pomeriggio e a partire dalla costa, variabile sulle province orientali.

Venti: deboli in prevalenza occidentali.

Temperature: in rialzo le minime, stazionarie le massime.

Mari: poco mossi.

Tendenza:

Domenica e Lunedì perturbato con piogge, temporali e possibilità della prima neve sulle vette dell’Appennino e temperature in deciso calo. Martedì temporaneo miglioramento seguito da un possibile nuovo peggioramento (piu mite) Mercoledì.

Previsioni meteo 12-13-14 Ottobre 2010

Emissione di Martedì, 12 Ottobre 2010, ore 09.21

Situazione sinottica generale

Un profondo vortice depressionario centrato sulle Baleari (997 hPa) si muove verso levante determinando un generale peggioramento dello stato del tempo sulle regioni centro meridionali italiane. Nella giornata di giovedì la depressione è prevista sui Balcani, tuttavia tra il pomeriggio di sabato e la giornata di domenica una nuova depressione, proveniente dall’Atlantico settentrionale, interesserà il Mediterraneo centrale.
Martedì, 12 Ottobre 2010

Stato del cielo: inizialmente poco nuvoloso con tendenza dal pomeriggio ad aumento della nuvolosità a partire dal grossetano. In serata precipitazioni sulle province meridionali, localmente anche a carattere temporalesco. Nel corso della notte le precipitazioni tenderanno ad estendersi anche al resto della regione, pur risultando più persistenti sulle zone centro meridionali.

Venti: moderati da nord est con locali rinforzi sull’Arcipelago a nord dell’Elba.

Temperature: in lieve aumento nei valori massimi.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi al largo.

Mercoledì, 13 Ottobre 2010

Stato del cielo: inizialmente nuvoloso o molto nuvoloso con precipitazioni sparse, più probabili nella prima parte della giornata, a ridosso dei versanti orientali dell’Appennino, sull’Arcipelago e sulle zone meridionali, ove potranno assumere carattere temporalesco. Nel corso del pomeriggio attenuazione delle precipitazioni con schiarite più ampie. .

Venti: da nord-est generalmente moderati.

Temperature: pressoché stazionarie o in lieve calo le massime.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi o localmente molto mossi al largo

Giovedì, 14 Ottobre 2010

Stato del cielo: cielo da poco nuvoloso a parzialmente nuvoloso con addensamenti più consistenti a ridosso dei versanti orientali dell’Appennino, ove non si può escludere qualche precipitazione, in particolare nell’Aretino.

Venti: moderati nord orientali, in attenuazione daòl pomeriggio sulle zone settentrionali.

Temperature: pressochè stazionarie.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi al largo.

Tendenza:

Venerdì poco nuvoloso con addensamenti più intensi sulle province meridionali. Sabato è previsto un graduale peggioramento a partire dalle province di nord ovest con precipitazioni più probabili dal pomeriggio e sulle zone centro settentrionali. Domenica molto nuvoloso con precipitazioni. Miglioramento da lunedì.

Previsioni meteo 23-24-25 dicembre 2009

Previsioni Meteo
Emissione di Mercoledì, 23 Dicembre 2009, ore 11.02
Situazione sinottica generale

La profonda circolazione ciclonica centrata sul Mare del Nord continua ad interessare l’Europa centroccidentale fino alla Spagna e l’Italia, apportando condizioni meteorologiche perturbate. In seno al flusso di correnti sudoccidentali scorrono una serie di perturbazioni atlantiche, la prima delle quali interesserà la nostra regione a partire dalla sera di oggi. La configurazione sinottica favorisce temperature sopra la media.
Mercoledì, 23 Dicembre 2009

Stato del cielo: nuvolosità variabile, più intensa e persistente in prossimità dei rilievi appenninici, dove saranno ancora probabili in mattinata residue precipitazioni sparse. Nel corso del pomeriggio-sera tendenza a nuovo aumento della nuvolosità a partire dalle zone costiere centrosettentrionali, con nuove piogge in arrivo più probabili sulle provincie di Lucca e Massa Carrara.

Venti: in mattinata da moderati a forti da Sud Ovest nelle zone interne, fino a Burrasca lungo la costa, Arcipelago e crinali appenninici. Attenuazione fino a deboli o moderati nel pomeriggio e rotazione da sud, sud-est dalla sera ed in nuovo rinforzo al largo e lungo la costa fino a forti.

Temperature: in ulteriore aumento.

Mari: molto mossi o agitati al largo in mattinata. Attenuazione nel pomeriggio-sera fino a mari tra mossi e molto mossi sottocosta.

Giovedì, 24 Dicembre 2009

Stato del cielo: molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse, più persistenti sulla provincia di Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Prato e Grosseto. Sulla provincia di Massa Carrara e Lucca le piogge potranno risultare a tratti anche intense, specie sui rilievi.

Venti: moderati dai quadranti meridionali nelle zone interne centrosettentrionali, da moderati a forti su Arcipelago e zone costiere centromeridionali.

Temperature: senza variazioni di rilievo.

Mari: molto mossi o temporaneamente agitati al largo.

Venerdì, 25 Dicembre 2009

Stato del cielo: inizialmente molto nuvoloso o coperto con piogge diffuse anche a carattere di rovescio. Tendenza nel corso del pomeriggio a graduale attenuazione dei fenomeni con schiarite a partire dalla costa.

Venti: moderati o forti di Libeccio con raffiche di burrasca su crinali appenninici, Arcipelago e costa settentrionale.

Temperature: minime pressochè stazionarie, massime in lieve diminuzione.

Mari: agitati con probabili mareggiate lungo la costa settentrionale.

Tendenza:

Condizioni generali di variabilità atmosferica, con spazio per ampie schiarite nella prima parte di Sabato e nella giornata di Lunedì. Temperature miti per il periodo.

Previsioni Meteo
CONSORZIO LaMMa
Emissione di Mercoledì, 23 Dicembre 2009, ore 11.02
Situazione sinottica generale

La profonda circolazione ciclonica centrata sul Mare del Nord continua ad interessare l’Europa centroccidentale fino alla Spagna e l’Italia, apportando condizioni meteorologiche perturbate. In seno al flusso di correnti sudoccidentali scorrono una serie di perturbazioni atlantiche, la prima delle quali interesserà la nostra regione a partire dalla sera di oggi. La configurazione sinottica favorisce temperature sopra la media.
Mercoledì, 23 Dicembre 2009

Stato del cielo: nuvolosità variabile, più intensa e persistente in prossimità dei rilievi appenninici, dove saranno ancora probabili in mattinata residue precipitazioni sparse. Nel corso del pomeriggio-sera tendenza a nuovo aumento della nuvolosità a partire dalle zone costiere centrosettentrionali, con nuove piogge in arrivo più probabili sulle provincie di Lucca e Massa Carrara.

Venti: in mattinata da moderati a forti da Sud Ovest nelle zone interne, fino a Burrasca lungo la costa, Arcipelago e crinali appenninici. Attenuazione fino a deboli o moderati nel pomeriggio e rotazione da sud, sud-est dalla sera ed in nuovo rinforzo al largo e lungo la costa fino a forti.

Temperature: in ulteriore aumento.

Mari: molto mossi o agitati al largo in mattinata. Attenuazione nel pomeriggio-sera fino a mari tra mossi e molto mossi sottocosta.

Giovedì, 24 Dicembre 2009

Stato del cielo: molto nuvoloso o coperto con precipitazioni diffuse, più persistenti sulla provincia di Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Prato e Grosseto. Sulla provincia di Massa Carrara e Lucca le piogge potranno risultare a tratti anche intense, specie sui rilievi.

Venti: moderati dai quadranti meridionali nelle zone interne centrosettentrionali, da moderati a forti su Arcipelago e zone costiere centromeridionali.

Temperature: senza variazioni di rilievo.

Mari: molto mossi o temporaneamente agitati al largo.

Venerdì, 25 Dicembre 2009

Stato del cielo: inizialmente molto nuvoloso o coperto con piogge diffuse anche a carattere di rovescio. Tendenza nel corso del pomeriggio a graduale attenuazione dei fenomeni con schiarite a partire dalla costa.

Venti: moderati o forti di Libeccio con raffiche di burrasca su crinali appenninici, Arcipelago e costa settentrionale.

Temperature: minime pressochè stazionarie, massime in lieve diminuzione.

Mari: agitati con probabili mareggiate lungo la costa settentrionale.

Tendenza:

Condizioni generali di variabilità atmosferica, con spazio per ampie schiarite nella prima parte di Sabato e nella giornata di Lunedì. Temperature miti per il periodo.