Ciao Antonio

Bimbimbici & Pompieropoli 2014: ti ricoderemo così!
Bimbimbici & Pompieropoli 2014: ti ricoderemo così!
Annunci

1 Luglio 1897: nasce il comune di Larciano

Il 1 Luglio, nella sala consiliare del Palazzo Municipale, alla presenza della Giunta Comunale, del Consiglio Comunale dei Ragazzi, del Prefetto di Pistoia, dei rappresentanti del comune francese di Poussan (Linguadoca), di alcune associazioni presenti sul territorio comunale e di un discreto numero di cittadini, il sindaco Antonio Pappalardo ha presieduto una serata speciale in onore della fondazione del Comune di Larciano.

Il 1 Luglio 1897, con il regio decreto 499/1897, il re Umberto I concesse al territorio di Larciano la possibilità di distaccarsi dal vicino Lamporecchio e formare una comunità indipendente. E’ la data di nascita del nostro comune: come sottolineato dal Prefetto, Sua Eccellenza Dott. Mauro Lubatti, sono pochi i comuni che possono vantarsi di possedere un vero e proprio compleanno.

Nell’occasione, il Consiglio Comunale ha voluto istituire 5 onoreficenze, tre delle quali consegnate nella serata sopra citata.

La prima, in ricordo della baronessa Irene Alfano Montecuccoli, prematuramente scomparsa nel 2007; le altre due, cittadinanze onorarie, hanno visto protagonisti il Maestro Gino Terreni, autore del monumento alle vittime dell’eccidio nel Padule di Fucecchio nell’agosto 1944, inaugurato nel 2002 alla presenza del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, e il dottor Giuseppe Valter Peretti, imprenditore vicentino innamorato delle colline del Montalbano e gestore di una tenuta in località Caloria.

Comune di Larciano – ordinanze in materia di antincendi boschivi

Il Comune di Larciano, ai sensi dell’art. 107 del Decreto Legislativo 267 del 18/08/2000, tramite il Responsabile Area 3 “Servizi Tecnici”, ha emanato le seguenti ordinanze:

  1. ordinanza n. 20: obbligo di ripulitura e taglio dei terreni incolti in prossimità di strade comunali e vicinali o attestanti su spazi e aree pubbliche e comunque a tutti i proprietari di terreni incolti in genere;
  2. ordinanza n. 21: obbligo di ripulitura di fossi e cigli in prossimità di strade comunali e vicinali, nonché obbligo di ripulitura di fossi e corsi d’acqua privati;
  3. ordinanza n. 22: divieto di accensione di fuochi all’aperto, nei boschi e nei terreni ad essi confinanti coperti da vegetazione facilmente infiammabile o a distanza non inferiore ai 200 metri dai medesimi.

Si allegano i file PDF con le ordinanze in oggetto.

ordinanza_20

ordinanza_21

ordinanza_22