Allerta meteo fine Gennaio

20140131_idrogeologico-idraulicoFine Gennaio con una perturbazione intensa: ecco il quadro di questo primo mese del 2014.

Una profonda saccatura si estende dalle Isole Britanniche fino alle coste africane richiamando aria umida e mite sulla nostra penisola. La situazione sembra evolversi molto lentamente almeno fino alla prima parte della giornata di Venerdì con la formazione di una depressione in quota non più alimentata dal flusso principale. Anche nei giorni successivi permane però un flusso atlantico che manterrà condizioni perturbate sull’Italia.

Sulla Toscana, cielo molto nuvoloso con precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di forte intensità, su Arcipelago, zone costiere e a ridosso dei rilievi appenninici. Dal tardo pomeriggio precipitazioni più sparse e intermittenti, ma ancora a carattere di rovescio. Quota neve intorno a 1400-1500 metri in Appennino in mattinata in ulteriore rialzo.
Venti: moderati di Scirocco sull’Arcipelago e fascia costiera, deboli o moderati nell’interno. Tendenza a rotazione dei venti ai quadranti orientali a partire dalle zone interne.
Mari: mossi o molto mossi al largo in particolare i bacini meridionali.
Temperature: in lieve aumento, in particolare nei valori minimi.

Fonte: Previsioni meteo LAMMA

Sinottica sulla situazione meteo in Toscana

Fonte: Consorzio LaMMa

Martedì 2 Aprile, ore 10:25

Un vortice depressionario (996 hPa) sulle regioni centrali italiane si muove verso levante. Nella giornata di domani la pressione è prevista in temporaneo aumento, tuttavia giovedì una nuova perturbazione interesserà la Toscana.

500zt_0 500zt_1 knmi_0 knmi_1

Emergenza maltempo

La Toscana ha subìto un duro colpo durante questa ultima ondata di maltempo. Dalla costa versiliana fino alla Maremma, la nostra regione ha dovuto far fronte ad un quantitativo di pioggia incredibilmente enorme, con punte di 400 mm in pochissime ore.

Vale a dire, in un giorno è piovuta la stessa quantità di acqua che normalmente si registra in 6 mesi!!

La nostra Sezione è in continuo contatto con il coordinamento provinciale di Pistoia, il Consiglio Direttivo Regionale nonché con tutte le strutture facenti parte del Sistema Protezione Civile Nazionale per intervenire con i nostri mezzi e volontari.

Bollettino meteo LAMMA 7-8-9 Febbraio 2012

Previsioni Meteo
CONSORZIO LaMMa
Emissione di Martedì, 07 Febbraio 2012, ore 09.39
Situazione sinottica generale

Una vasta area depressionaria con minimo al suolo (994 hPa) tra lo Ionio Settentrionale e Meridionale interessa il Mediterraneo centro-orientale, mentre un’area di alta pressione con asse disposto in senso quasi parallelo (OSO-ENE) si estende dalle Azzorre fino all’Europa continentale. Con tale configurazione le correnti dominanti sull’Europa centrale e la nostra penisola risultano orientali per cui in queste zone continua ad affluire aria fredda di origine continentale che scorre sul bordo meridionale di questo blocco anticiclonico. Nella giornata di domani il minimo al suolo tenderà a spostarsi verso il Mar Egeo e si colmerà velocemente. Ciò determinerà l’interruzione del flusso di umidità negli strati medio-bassi della troposfera causando un rapido aumento della pressione sulle zone centro-settentrionali della penisola.
Martedì, 07 Febbraio 2012

Stato del cielo: molto nuvoloso con nevicate anche consistenti a ridosso dei crinali appenninici e su tutte le zone esposte ad est nord-est dell’Appennino pistoiese, fiorentino ed aretino (in particolare comune di Sambuca Pistoiese, Alto Mugello, Val Marecchia, Val di Foglia, alta Val Tiberina). Deboli nevicate saranno possibili anche a ridosso dell’Amiata, sul Mugello ed il fondovalle del Casentino. Sulle zone interne possibilità di nevischio o deboli nevicate intermittenti ma senza accumuli di rilievo.

Venti: tra moderati e forti da nord-est, rafficati sui crinali e sulle pianure interne sottovento al flusso.

Temperature: pressochè stazionarie le massime o in lieve calo sulle province di Massa-Carrara, Lucca e Pisa. Valori massimi intorno a 0 °C sulle zone interne di pianura.

Mari: poco mossi sottocosta, molto mossi al largo.

Mercoledì, 08 Febbraio 2012

Stato del cielo: inizialmente nuvoloso ma con tendenza ad attenuazione della nuvolosità. Residue nevicate in particolare nella prima parte della giornata sulle zone esposte ad est nord-est dell’Appennino pistoiese, fiorentino ed aretino.

Venti: tra moderati e forti da nord-est, rafficati sui crinali e le pianure interne sottovento ai rilievi.

Temperature: pressoché stazionarie nei valori minimi; in aumento, più sensibile in pianura, le massime. Aumento anche in montagna, anche se con valori sempre sotto media.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi o molto mossi al largo.

Giovedì, 09 Febbraio 2012

Stato del cielo: inizialmente sereno o poco nuvoloso con tendenza ad aumento della nuvolosità medio-alta dal pomeriggio a partire dalle zone settentrionali. In tarda serata e nella notte successiva rapido peggioramento e possibilità di rovesci di neve fino a quote di pianura, inizialmente più probabili sulle province di Pistoia, Prato, Firenze ed Arezzo.

Venti: deboli orientali nel corso della giornata. In tarda serata improvviso aumento dell’intensità del vento da nord-est con forti raffiche.

Temperature: in calo le minime con valori sottozero nei fondovalle, in aumento le massime fino a 6-8 gradi in pianura.

Mari: mossi al largo, poco mossi sotto costa.

Tendenza:

Venerdì e Sabato perturbato con probabili nevicate fino in pianura.

Bollettino meteo LAMMA 3-4-5 Novembre 2011

Previsioni Meteo CONSORZIO LaMMa
Emissione di Giovedì, 03 Novembre 2011, ore 08.49

Situazione sinottica generale

Pressione in calo su tutta l’Europa occidentale a causa dell’approssimarsi di una vasta saccatura atlantica molto estesa anche in senso meridiano ed alla quale sarà associato un minimo molto profondo al suolo (965 hPa) a nord-ovest dell’Irlanda. A partire dalla giornata di domani, tale saccatura approfondendosi fino al Marocco e l’Algeria, richiamerà un sostenuto flusso (low level jet) di correnti meridionali di Scirocco sul Mediterraneo centrale favorendo la formazione di un minimo secondario a nord delle Baleari. Tale configurazione rimarrà praticamente bloccata sul Mediterraneo centrale fino a tutta la giornata di Sabato a causa di un campo di alta pressione presente sull’Europa orientale e nord-orientale.

Giovedì, 03 Novembre 2011

Stato del cielo: inizialmente poco nuvoloso con transito di velature e locali foschie e/o banchi di nebbia nei fondovalle dell’interno. Dal pomeriggio-sera progressivo aumento della nuvolosità a partire dalla fascia costiera e le zone meridionali; possibili deboli piogge in serata sull’Arcipelago, la fascia costiera e le zone nord-occidentali della regione.

Venti: moderati di Scirocco sull?Arcipelago e la costa centro-meridionale in ulteriore rinforzo sull’Arcipelago in serata; deboli, localmente moderati in serata altrove.

Temperature: pressoché stazionarie o in lieve aumento nei valori massimi.

Mari: inizialmente poco mossi ma con aumento del moto ondoso già nel corso della mattinata specialmente al largo. Molto mossi al largo in serata.

 

Venerdì, 04 Novembre 2011

Stato del cielo: molto nuvoloso con precipitazioni sparse, più frequenti ed insistenti sui rilievi delle province di Massa-Carrara, Lucca e Pistoia e sull’Arcipelago dove occasionalmente e localmente potranno anche assumere carattere temporalesco.

Venti: forti di Scirocco sull’Arcipelago (con raffiche di burrasca) e lungo la costa, moderati nell’interno (forti da sud sud-ovest sui crinali appenninici).

Temperature: in aumento, specie nei valori minimi.

Mari: agitati al largo e sull’Arcipelago, specie dal pomeriggio; molto mossi sottocosta a sud dell’Elba, mossi a nord dell’isola.

 

Sabato, 05 Novembre 2011

Stato del cielo: molto nuvoloso o coperto con precipitazioni sparse, più frequenti, intense e persistenti sulle province di Massa-Carrara, Lucca, Pistoia, Pisa, Livorno e Grosseto, dove potranno localmente assumere carattere temporalesco.

Venti: forti di Scirocco sul litorale e l’Arcipelago con raffiche fino a burrasca forte, moderati altrove (forti da sud sui crinali appenninici).

Temperature: in ulteriore aumento specie nei valori minimi.

Mari: agitati al largo e sull’Arcipelago; molto mossi sottocosta a sud dell’Elba, mossi a nord dell’isola.

Tendenza:
Domenica molto nuvoloso con piogge diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale, specialmente fino alla prima parte della giornata. Nella seconda metà della giornata attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni.

Assemblea Generale VAB Toscana ONLUS

Centro Olmatello

Il 19 Giugno alle ore 09:30, presso la sala convegni della Provincia di Firenze al centro Olmatello, si è riunita l’assemblea generale della VAB Toscana Vigilanza Antincendi Boschivi ONLUS, per l’approvazione del bilancio sociale 2010.

Nell’occasione la dott.ssa Fadini, commercialista dell’Associazione, ha illustrato i passi avanti nel percorso che porterà al riconoscimento della personalità giuridica alla VAB Toscana.

Previsioni meteo 12-13-14 Novembre 2010

Emissione di Venerdì, 12 Novembre 2010, ore 09.35

Situazione sinottica generale

Pressione in momentaneo aumento sul Mediterraneo centro-occidentale con il flusso perturbato atlantico che viaggia a nord dell’arco alpino. La formazione di un minimo relativo di origine orografica sul Mar Ligure determina comunque infiltrazioni di aria umida sulle regioni centrali dei versanti tirrenici. Dai primi giorni della prossima settimana è previsto l’approfondimento di una nuova saccatura di bassa pressione sul Mediterraneo centro-occidentali con perturbazioni atlantiche che torneranno nuovamente ad interessare la nostra penisola.
Venerdì, 12 Novembre 2010

Stato del cielo: molto nuvoloso o coperto sulle province centro-settentrionali (fatta eccezione per i versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino) con deboli ed intermittenti precipitazioni; in prevalenza parzialmente nuvoloso o nuvoloso altrove.

Venti: venti deboli o moderati dai quadranti meridionali con rinforzi di Libeccio (fino a forti) sull’Arcipelago a nord dell’Elba e sui versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino.

Temperature: in lieve diminuzione sulle zone settentrionali.

Mari: molto mossi o localmente agitati in mattinata a nord dell’Elba, mossi a sud.

Sabato, 13 Novembre 2010

Stato del cielo: parzialmente nuvoloso con addensamenti più consistenti, soprattutto in mattinata, sulle province settentrionali dove saranno possibili deboli piogge.

Venti: deboli dai quadranti meridionali con rinforzi di Libeccio, fino a venti localmente forti, sull’Arcipelago settentrionale e sui versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino.

Temperature: in lieve o contenuto aumento.

Mari: mossi o temporaneamente molto mosso a nord dell’Elba, poco mossi nei bacini meridionali.

Domenica, 14 Novembre 2010

Stato del cielo: poco nuvoloso con addensamenti di tipo basso sulle province settentrionali. Banchi di nebbia mattutini nei fondovalle interni. Tendenza ad aumento della nuvolosità nella seconda parte della giornata con le prime piogge in serata a partire dalla costa.

Venti: deboli meridionali nell’interno, moderati di Scirocco su litorale e Arcipelago.

Temperature: quasi stazionarie.

Mari: poco mossi con moto ondoso in aumento al largo.

Tendenza:

Tempo perturbato per transito di corpi nuvolosi in rapida successione associati a precipitazioni diffuse. Neve oltre i 1200-1400 metri. Temperature in calo.

Previsioni meteo 14-15-16 Ottobre 2010

Emissione di Giovedì, 14 Ottobre 2010, ore 09.28

Situazione sinottica generale

Il tempo sulla penisola è influenzato da una vasta area depressionaria presente sul Mediterraneo orientale che convoglia nuvolosità su gran parte del centro-sud. Nella giornata di domani, Venerdì, la perturbazione tenderà ad allontanarsi ma una un nuovo impulso perturbato dal nord Europa si avvicinerà alle Alpi, per interessarci tra Sabato e Domenica.
Giovedì, 14 Ottobre 2010

Stato del cielo: nuvoloso in mattinata sulle zone interne ma con tendenza alle schiarite nel pomeriggio, poco nuvoloso lungo la costa centro-settentrionale.

Venti: moderati nord orientali, in rotazione a nord-ovest sulla costa e sulle isole nel corso della giornata.

Temperature: pressoché stazionarie.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi al largo.

Venerdì, 15 Ottobre 2010

Stato del cielo: nuvoloso sulle province centro-meridionali per gran parte della giornata, più variabile lungo la costa centro-settentrionale.

Venti: deboli dai quadranti orientali sulle zone interne, di maestrale lungo la costa.

Temperature: in lieve calo le minime, stazionarie le massime.

Mari: poco mossi.

Sabato, 16 Ottobre 2010

Stato del cielo: nuvoloso sulle province settentrionali con possibilità di piogge sparse, in particolare dal pomeriggio e a partire dalla costa, variabile sulle province orientali.

Venti: deboli in prevalenza occidentali.

Temperature: in rialzo le minime, stazionarie le massime.

Mari: poco mossi.

Tendenza:

Domenica e Lunedì perturbato con piogge, temporali e possibilità della prima neve sulle vette dell’Appennino e temperature in deciso calo. Martedì temporaneo miglioramento seguito da un possibile nuovo peggioramento (piu mite) Mercoledì.

Previsioni meteo 12-13-14 Ottobre 2010

Emissione di Martedì, 12 Ottobre 2010, ore 09.21

Situazione sinottica generale

Un profondo vortice depressionario centrato sulle Baleari (997 hPa) si muove verso levante determinando un generale peggioramento dello stato del tempo sulle regioni centro meridionali italiane. Nella giornata di giovedì la depressione è prevista sui Balcani, tuttavia tra il pomeriggio di sabato e la giornata di domenica una nuova depressione, proveniente dall’Atlantico settentrionale, interesserà il Mediterraneo centrale.
Martedì, 12 Ottobre 2010

Stato del cielo: inizialmente poco nuvoloso con tendenza dal pomeriggio ad aumento della nuvolosità a partire dal grossetano. In serata precipitazioni sulle province meridionali, localmente anche a carattere temporalesco. Nel corso della notte le precipitazioni tenderanno ad estendersi anche al resto della regione, pur risultando più persistenti sulle zone centro meridionali.

Venti: moderati da nord est con locali rinforzi sull’Arcipelago a nord dell’Elba.

Temperature: in lieve aumento nei valori massimi.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi al largo.

Mercoledì, 13 Ottobre 2010

Stato del cielo: inizialmente nuvoloso o molto nuvoloso con precipitazioni sparse, più probabili nella prima parte della giornata, a ridosso dei versanti orientali dell’Appennino, sull’Arcipelago e sulle zone meridionali, ove potranno assumere carattere temporalesco. Nel corso del pomeriggio attenuazione delle precipitazioni con schiarite più ampie. .

Venti: da nord-est generalmente moderati.

Temperature: pressoché stazionarie o in lieve calo le massime.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi o localmente molto mossi al largo

Giovedì, 14 Ottobre 2010

Stato del cielo: cielo da poco nuvoloso a parzialmente nuvoloso con addensamenti più consistenti a ridosso dei versanti orientali dell’Appennino, ove non si può escludere qualche precipitazione, in particolare nell’Aretino.

Venti: moderati nord orientali, in attenuazione daòl pomeriggio sulle zone settentrionali.

Temperature: pressochè stazionarie.

Mari: poco mossi sottocosta, mossi al largo.

Tendenza:

Venerdì poco nuvoloso con addensamenti più intensi sulle province meridionali. Sabato è previsto un graduale peggioramento a partire dalle province di nord ovest con precipitazioni più probabili dal pomeriggio e sulle zone centro settentrionali. Domenica molto nuvoloso con precipitazioni. Miglioramento da lunedì.